La residenza

La Casa di Riposo Ebraica ha la sua sede operativa in Roma,Via Portuense n. 214-216. La residenza formata da un corpo centrale di tre piani fuori terra è situata in un parco di circa 9000 mq. La RSA mette a disposizione degli ospiti i seguenti beni e attrezzature:

  • Camere a n.1/2/3 posti letto con bagno
  • Bagni assistiti
  • Sala pranzo/ soggiorno
  • Pasti Kosher
  • Sale polifunzionali con angolo ristoro
  • Sinagoga
  • Ambulatori medici
  • Palestra attrezzata per Fisioterapia
  • Locale per la terapia occupazionale
  • Sala parrucchiere e podologia
  • Parco attrezzato
  • Luogo di culto
  • Giardino sensoriale
  • Orto urbano

laresidenza_foto

Accoglienza

  • migliorare il confort sia alberghiero che specifico per i portatori di handicap
  • rendere graduale il distacco dall’ambiente di origine e l’inserimento nella nuova comunità
  • raccogliere preventivamente informazioni sull’anziano riguardo attività svolte in età lavorativa, abitudini, caratteristiche, abilità, hobbies, oggetti affettivamente significativi
  • progettare azioni che facilitino l’inserimento nel nuovo ambiente e che riducano il rischio di sconforto per l’abbandono di luoghi persone e cose conosciute ed importanti
  • favorire la socializzazione tramite un’accurata scelta del gruppo di inserimento, con abitudini e interessi compatibili con quelli del nuovo arrivato

Cura e salute della persona-Autonomia dell'anziano:

  • attività di fisioterapia e riabilitazione , interventi finalizzati alla diminuzione della incontinenza urinaria, interventi finalizzati alla prevenzione delle piaghe da decubito

La RSA assiste gli anziani ispirandosi ai seguenti principi:

  • Uguaglianza: garantendo l’accesso al servizio a tutti gli utenti, senza distinzione di sesso,razza, etnia, lingua, religione, cultura, opinioni politiche, condizioni psicofisiche e socio-economiche.
  • Imparzialità: erogando il servizio con l’obiettivo di corrispondere in ugual misura ai diversi bisogni di tutti gli utenti ospitanti e delle loro famiglie
  • Continuità: garantendo un servizio continuativo, regolare e senza interruzioni; qualora queste dovessero verificarsi la struttura si impegna a provvedere dal punto di vista organizzativo e logistico per il benessere degli ospiti.
  • Partecipazione: favorendo la partecipazione delle famiglie e degli ospiti per rendere il servizio sempre più vicino e attento alle loro esigenze.
  • Diritto di scelta: fornendo tutte le informazioni necessarie all’ospite e ai suoi familiari perché possano scegliere in modo consapevole.
  • Efficienza ed efficacia: garantendo la massima semplificazione delle procedure di accesso, la tempestività della risposta; la competenza e la disponibilità del gruppo di lavoro; la sicurezza,l’igiene e il confort dei locali.
  • Trasparenza: garantendo un’informazione chiara, completa e tempestiva riguardo alle procedure, ai tempi, ai criteri secondo i quali è erogato il servizio, e in merito ai diritti ed opportunità di cui gli utenti e le loro famiglie possono godere.
  • Legittimità: assicurando la costante e completa conformità alle leggi ed ai regolamenti vigenti in ogni fase di erogazione del servizio

Igiene, pulizia e sanificazione dell’ambiente. L’igiene dei locali, arredi e attrezzature riveste ovviamente una particolare importanza. Nel rispetto del DLgs. n. 81/08 riguardante la salvaguardia della sicurezza e igiene dei luoghi di lavoro, e del Dlgs. n. 155/97 riguardante l’autocontrollo degli alimenti, le attività di pulizia, sanificazione, disinfezione e disinfestazione, ancorché in gran parte affidate a ditte specializzate esterne, sono pianificate e registrate.

In particolare, per i servizi di alimentazione, la struttura garantisce il rispetto delle procedure di autocontrollo, secondo le indicazioni della vigente normativa HACCP. Per  quanto  concerne  le  operazioni  di  pulizia,  il  piano  utilizzato  prevede interventi a cadenza giornaliera, settimanale e mensile. Tutti i prodotti utilizzati rispettano le normative vigenti.

Il servizio di Pulizia e Sanificazione degli ambienti, arredi e impianti è affidato a personale ausiliario che assicura gli interventi quotidiani e periodici di pulizia e sanificazione ambientale come previsto dalle normative e   linee guida di riferimento. Specifici protocolli definiscono le attività di pulizia e sanificazione di locali e attrezzature , i detergenti e disinfettanti da utilizzare, il comportamento cui il personale deve attenersi, i programmi di esecuzione e orari di effettuazione, le regole generali per la corretta gestione del servizio e le regole particolari per la corretta gestione dei rifiuti prodotti nel rispetto della normativa vigente.

La RSA Ebraica ha messo a punto un sistema organizzativo conforme alla normativa di riferimento in materia di qualità, adottando la ISO9001:2008 “Sistemi di gestione per la qualità”. Tale sistema servirà a dimostrare la capacità di fornire con regolarità un servizio conforme ai requisiti di legge e alle necessità dell’utente e ad accrescere la soddisfazione dei clienti attraverso l’applicazione di un processo di miglioramento continuo.
Gli strumenti utilizzati per garantire il processo di miglioramento coinvolgono direttamente l’utente tramite:

  • verifica della soddisfazione dell’utente.
  • gestione dei reclami e dei suggerimenti.

Per l’ottimizzazione del servizio, il sistema prevede l’utilizzo di ulteriori processi:

  • La gestione delle non conformità
  • Il monitoraggio dei servizi offerti
  • Le verifiche ispettive (interne ed esterne)
  • La gestione delle azioni correttive e preventive
  • La gestione dei progetti
  • Il piano della formazione
  • Il riesame della Direzione.

La Residenza è aperta tutti i giorni e le visite sono consentite dalle ore 10,30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 20,00. In situazioni particolari, la Direzione può consentire, su richiesta, l’accesso ai visitatori anche al di fuori dell’orario previsto. Non è consentita la permanenza nelle stanze a persone estranee alla Struttura durante le ore notturne. In casi eccezionali (aggravamento dello stato di salute, pazienti terminali), il Medico Responsabile può autorizzare la presenza notturna  di un familiare.

L’introduzione di bevande ed alimenti da parte dei visitatori deve essere autorizzata dal Medico Responsabile, in rispetto delle norme della kasherut. Durante gli interventi di assistenza igienica e sanitaria da parte del personale, i visitatori devono lasciare le stanze.

Al momento dell’ingresso in Residenza devono essere presentati i seguenti documenti:

  • documento di identità personale valido
  • fotocopia codice fiscale
  • tessera sanitaria
  • autorizzazione all’inserimento in RSA rilasciata dalla ASL
  • eventuali esenzioni dal pagamento di farmaci o tickets
  • fotocopia dell’eventuale verbale di visita per indennità di accompagnamento
  • idonea certificazione medica

Deve essere individuato un referente dell’ospite

(famigliare, amministratore di sostegno o tutore), con il compito di :

  • fungere da tramite tra la Struttura e l’Ospite in caso di necessità
  • pagare la retta e gli extra secondo quanto stabilito dal contratto di ingresso
  • farsi carico delle incombenze esterne, non di pertinenza

della Struttura

Ai sensi della normativa vigente, gli ospiti della RSA possono essere dimessi in via temporanea, per ricovero in altra struttura sanitaria, per rientro in famiglia o per altri motivi, con diritto alla conservazione del posto.

Le uscite temporanee per rientro in famiglia o per altri motivi, devono essere comunicate all’ASL e non possono avere durata superiore a dieci giorni consecutivi.

Per le assenze determinate da ricoveri in altre strutture sanitarie, la RSA è tenuta alla conservazione del posto per un massimo di dieci giorni. Il reinserimento dell’Ospite nella struttura deve essere autorizzato dall’ASL di competenza .

In tali periodi l’utente continua a corrispondere la quota-parte di retta a suo carico.

Presso la RSA è presente apposito registro nel quale sono riportate le interruzioni, anche temporanee di trattamento o di ospitalità.

La struttura conserva e utilizza in sede supporti cartacei e/o informatizzati, aggiornandoli, al fine di acquisire e mantenere i dati e la documentazione relativi agli ospiti.

La gestione di tali dati avviene nel rispetto delle norme relative al trattamento dei dati sensibili  in conformità al Dlgs. 196/2003.

 

 

CRER-RSA

casa di riposo ebraica di roma

L’Opera Pia “Ricovero Israeliti Poveri Invalidi”, avente sede in Roma, fu creata nella seconda metà del 1887 per la cooperazione di benemeriti e volenterosi cittadini che si prefissero l’assistenza tutelare degli anziani poveri della Comunità Ebraica di Roma. Alla sua costituzione concorsero, offerte di privati, enti, soci e delle “Compagnie Israelitiche” o Confraternite le quali, negli anni successivi, contribuirono con oneri fissi sui loro bilanci.

Contatti

"Uffici"

Tel. 06/55.13.55.23-25 - Fax 06/55.94.201

"La Residenza"

Tel. 06/55.65.870